Percorsi con le Ciaspole in Liguria: dove fare splendide passeggiate sulla neve

Alcune idee per splendide ciaspolate sull’appennino ligure

 NOV  2017

Siamo abituati a considerare la Liguria come una terra di mare, dove si va a fare il bagno e rilassarsi in spiaggia. La pensiamo meno come un luogo dove poter fare escursioni all’aria aperta, magari in montagna, circondati dalla neve. Invece ci sono molti luoghi dove poter fare passeggiate immersi in questo bianco candore, con ai piedi un paio di ciaspole, le moderne racchette da neve.

La Liguria infatti è percorsa, sul confine con Piemonte e Francia, dalla catena montuosa delle Alpi Marittime e nel resto della regione dall’Appennino Ligure, quindi non serve andare lontano per sentirsi come in alta montagna e fare del trekking anche in pieno inverno.

Non ci avevate ancora pensato? Be’ siete in tempo per rimediare, visto che la stagione sciistica è appena iniziata. Passeggiare con questi racchettoni ai piedi vi permetterà di godere di paesaggi sinora mai visti e sarà senz’altro una bellissima esperienza per i vostri bambini, che si divertiranno un mondo a “sprofondare” (anche se di poco) nella neve. Anche perché nella neve si vedono subito le orme di caprioli, volpi, scoiattoli e persino dei lupi: sarà davvero emozionante per loro.

In Liguria ci sono il Parco Naturale Regionale del Beigua, dell’Antola e dell’Aveto, tre aree naturalistiche che meritano di essere viste anche in questa stagione.

Ciaspolata

Il Parco del monte Beigua merita una bella ciaspolata perché dalle sue cime avrete la possibilità di godere della vista del mare. Nel perimetro dell’area naturale si snodano anche alcuni tracciati dell’Alta Via dei Monti Liguri, della quale vi abbiamo parlato in questo post e altri che passano nei boschi di Sassello e lungo gli itinerari di crinale in Valle Orba e Valle Stura. Avete cinque possibilità, tutte abbastanza semplici: anello Piampaludo – Torbiera del Laione – Pratorotondo; anello Passo del Faiallo – Rifugio Argentea, anello della Foresta della Deiva; itinerario Vasche dell’acquedotto Tiglieto – località Morbetto; itinerario Cappelletta di Masone – Passo del Veleno. Il parco ha predisposto anche il noleggio delle ciaspole, per informazioni: telefono 010 8590300, www.parcobeigua.it.

Il Parco dell’Antola si trova a soli venti chilometri da Genova. Qui uno dei percorsi migliori da fare è quello che da Casa del Romano, poco distante dal bel borgo di Torriglia, porta alla sommità del monte; ci si arriva in un’ora e trenta minuti. Da lassù vedrete le cime dei monti Penna e Aiona. Una volta giunti in vetta potrete rifocillarvi al rifugio, ristrutturato di recente. Troverete un altro luogo caratteristico dove potervi fermare, una locanda, in località Pentema.

Dal Parco dell’Antola si arriva in poco tempo in Val d’Aveto, dove ci sono le punte più alte della Liguria. Qui una tappa immancabile è la foresta delle Lame: partite da Rezzoaglio e in circa tre ore arriverete sulla vetta del monte Aiona. La vista spazia sul monte Penna e sui monti Antola e Gottero. Fate bene attenzione quando guarderete verso sud, perché anche in questo caso scorgerete il mare. Qua e là nel Parco dell’Antola inoltre ci sono delle radure senza alberi, che permettono di vedere Santo Stefano d’Aveto e le sue frazioni e anche la Val di Taro. I monti sopra Santo Stefano sono un altro bel posto dove passeggiare con le ciaspole.

In provincia di Savona un bel percorso è quello che conduce al monte Carmo di Loano. La partenza è in località San Nicolò, a circa settecentoquaranta metri di altezza, dove si trova anche una cappella romanica, con affreschi del 1400 al suo interno. Durante la passeggiata troverete il borgo di Bardineto, nel cuore della Val Bormida.

A Ponente, in zona Sanremo, vi consigliamo le vette Pizzo d’Ormea, Galero e Antoroto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare tag e attributi HTML come: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>