Finale Ligure: la capitale dell’Outdoor della Liguria

Tantissime idee per gli amanti della natura e dello sport

 APR  2017

Siete amanti della natura e dello sport? Vorreste sperimentare nuove attività? Magari anche con i vostri bambini, stare all’aria aperta per loro è sempre un’ottima soluzione e fonte di divertimento.

A Finale Ligure, in provincia di Savona, avrete l’imbarazzo della scelta: mountain bike, passeggiate a cavallo, speleologia sono solo alcuni degli sport fra i quali potete scegliere. Finale infatti è considerata la capitale dell’outdoor della Liguria per le numerose attività che si sono sviluppate, grazie alle caratteristiche naturali del territorio: il mare, le rocce e la montagna, ciascuno di questi elementi è collegato a più di uno sport. Finale Ligure è perfetta anche se volete fare semplici passeggiate o rilassarvi in una delle sue tante spiagge.

La città è apprezzata già da molto tempo dagli atleti di running e mountain bike, infatti è tappa di importanti competizioni. È un ottimo luogo anche per fare arrampicata: questo territorio è una delle aree carsiche più estese in Italia.

Vediamo quali sono gli sport che potete praticare. Anche i non esperti possono cimentarsi in nuove esperienze, perché sul territorio ci sono istruttori qualificati pronti a guidarvi.

Sport d’acqua e in spiaggia

C’è il classico beach volley. Dal 1988 a Finale Ligure sono presenti i campi attrezzati e in città si disputano anche competizioni. Per scoprire dove si trovano consultate questo link: http://turismo.comunefinaleligure.it/it/mare/spiagge, troverete i dettagli sui servizi delle spiagge.

A Varigotti è nato un centro sportivo per il windsurf ed è attivo tutto l’anno, con corsi anche per i bambini, a partire dai 5 anni. Si possono noleggiare anche tavole da sup (la tavola sulla quale si sta in piedi e ci si muove spingendosi con una pagaia).

Sempre a Varigotti e a Finale potete sperimentare il kayak. Ci sono associazioni sportive che organizzano corsi durante l’estate ed escursioni, anche in inverno. Avrete anche la possibilità di noleggiare il kayak.

Lo stesso vale per la barca a vela. Per quanto riguarda le escursioni potete raggiungere Noli o Varigotti, ma anche l’Isola della Gallinara. Volete passare una serata diversa, anche insieme ai bambini? Cenate in barca, a base di pesce fresco, all’interno della baia di Noli.

Ai bimbi, ai quali senz’altro piace scoprire sempre qualcosa di nuovo, potete proporre lo snorkeling, ovvero l’osservazione dei fondali marini. Non è necessario un corso specifico, né servono attrezzature costose. È importante però che vi affidiate a esperti durante le uscite in mare, come i biologi e istruttori snorkeling del progetto educativo Salto nel Blu. Nel tratto di costa fra Noli e Pietra Ligure osserverete spiagge fossili o beach-rock, che sono formazioni geologiche di elevato interesse naturalistico.

Dove c’è snorkeling si pratica anche diving, ovvero le immersioni subacquee. Già nel 1978 a Finale Ligure esisteva il Centro Immersioni Cycnus. Per chi possiede un brevetto, il diving dispone di imbarcazioni per il trasporto; si parte dal porto di Capo San Donato, dove è disponibile l’attrezzatura.

Sport di terra

Come accennato prima a Finale si possono praticare trekking, running e trail, contattando le associazioni sportive locali.

Per quanto riguarda il trekking vi potete rivolgere a varie associazioni, per esempio il CAI, per informazioni sui percorsi e sulle escursioni organizzate. Potete anche unire l’utile al dilettevole, seguendo i tracciati di archeo-trekking: il Museo Archeologico del Finale propone itinerari che vi faranno conoscere i luoghi nei quali le vicende storiche del Finale si sono svolte. Ai vostri bimbi sembrerà di andare in esplorazione! Per saperne di più visitate il sito www.museoarcheofinale.it.

Finale è considerata una delle tappe più importanti a livello internazionale dai bikers ed è la “capitale” italiana di questo sport dal 1999, quando ci fu un importante raduno e venne organizzata la prima 24 Ore finalese. I percorsi si sviluppano sulle colline, fra i boschi e sono vista mare. I principianti, anche bambini, possono contare su istruttori e piste artificiali sulle quali allenarsi. Potete portare le vostre biciclette, perché ci sono strutture ricettive attrezzate; per saperne di più leggete il nostro articolo focalizzato sulla mountain bike.

Il Finalese è considerato un paradiso anche per quanto riguarda l’arrampicata, grazie alla particolare conformazione delle sue rocce, caratterizzate da buchi e appigli “a goccia”. Le prime vie sulle falesie sono state aperte già nel 1968. Se l’idea vi piace per iniziare è perfetta la palestra a Orco Feglino e poi c’è la parete artificiale a Finalborgo, per esercitarvi. Gli esperti del climbing vi aspettano, per organizzare insieme escursioni sul territorio.

La particolare conformazione delle rocce ha fatto sviluppare anche l’interesse per la speleologia in questo tratto di Liguria, poiché sono presenti molte grotte naturali, le più famose sono quelle delle Mànie e l’Arma delle Mànie. Se volete visitarne qualcuna contattate il Gruppo Speleologico Savonese, per sapere se ci sono uscite in programma, sarà una bellissima esperienza da fare insieme ai vostri piccoli.

Ed ecco qualcosa che i bambini adoreranno: salire a cavallo! Sono tante le possibilità di esplorare il territorio in sella a questi splendidi animali. Farete bellissime passeggiate nel verde, con vista sul mare, potreste anche cavalcare sulla spiaggia in autunno e in primavera. Ci sono molti maneggi nel Finalese, dove sono presenti scuole di equitazione, sia per bambini che per adulti.

Sport dell’aria

Per i più avventurosi c’è anche la possibilità di cimentarsi nel parapendio e nel deltaplano, con partenza dall’altopiano delle Mànie e atterraggio sulle spiagge di Finale o Varigotti. L’associazione sportiva locale propone anche voli turistici in parapendio biposto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare tag e attributi HTML come: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>