La Villa Grock di Imperia ed il suo parco

Scopriamo la casa del “Re” dei Clown

 OTT  2017

Parlare di villa è riduttivo. Perché Villa Grock non è solo un bellissimo palazzo, circondato da un grande e ben curato parco, ma è soprattutto la casa dello scomparso e famoso artista Adrian Wettach, in arte Grock, il “re” dei clown.

Quando oltrepasserete i cancelli di questa villa sulle colline di Imperia, oggi diventata museo, avrete la sensazione di entrare in un mondo parallelo, quasi magico. D’altronde Wettach era un bravissimo e poliedrico artista circense: non interpretava solo il clown Grock, bensì era anche giocoliere, equilibrista, acrobata e sapeva suonare un gran numero di strumenti. La villa e il suo parco, i cui lavori di costruzione durarono dieci anni, riflettono la personalità del circense svizzero, molto complessa, anche perché fu proprio lui a dirigere i lavori. È per questo che si ritrovano svariati stili nell’architettura dell’edificio, nei ponti, nelle fontane e nel piccolo tempio che sono stati sistemati nel parco; c’è il Liberty, ma con influenze di Dalì, Picasso e Gaudì, contemporanei di Wettach. Infatti è chiamato “circo di pietra”, proprio per i richiami al mondo circense che si trovano nei dettagli architettonici (lampioni, colonne, decori e altro).

Villa Grock è unica nel suo genere. È un capolavoro edile, un imponente palazzo circondato da un meraviglioso parco in cui si trovano tantissime specie floreali, sia piante che fiori. È un complesso realizzato su più terrazzamenti collegati da diverse scalinate, con in mezzo il laghetto e in cui si sviluppano vialetti di ghiaia circondati dal verde. Oltre al tempietto sul lago, i punti focali sono le due fontane, costruite con graniglia colorata dalla forma insolita e arrotondata. C’è anche il giardino all’italiana.

Villa Grock Imperia

Perché si trova sulla collina di Oneglia a Imperia? Perché il circense venne qui in villeggiatura nel 1919, s’innamorò di questi luoghi e acquistò il terreno dove oggi sorge la villa, nella quale rimase sino alla sua morte, nel 1956.

Come dicevamo prima Villa Grock è visitabile e al suo interno ospita il Museo del Clown, quindi dovete andarci insieme ai vostri bambini. I vari piani della casa di Wettach sono stati organizzati in modo da svolgere un percorso attraverso il mondo del circo, in particolare quello del clown, infatti sono state allestite svariate sale a tema. Al secondo piano ci sono la sala del cinema e la caffetteria, a quello successivo si trovano le sale: musica, meraviglie, re giullare, baule, trucco e scatola magica, all’ultimo piano ecco le sale: circo, emozioni, simboli, immagini, magia, riso e la giostra magica. Immaginerete subito che, per i vostri bimbi, Villa Grock sarà un paradiso del divertimento, un luogo da esplorare in cui scoprire i trucchi dei prestigiatori, divertirsi con i clown e giocare a essere Alice nel Paese delle Meraviglie fra specchi magici, armadi delle meraviglie e fantasmi. Per un giorno si sentiranno i protagonisti di quel mondo fiabesco che si cela sotto il tendone, che tutti alla loro età amano. Ma anche voi naturalmente potete cimentarvi nei giochi e nei percorsi visivi realizzati all’interno di Villa Grock.

Villa Grock Imperia vista

Villa, museo e parco sono aperti tutti i lunedì dalle 15 alle 18. Se organizzate una comitiva di amici potete anche prenotare una visita infrasettimanale, purché siate almeno dieci persone.
Prezzi: Adulti: € 5.50, Bambini sotto i 6 anni: gratis, Over 75: € 4.00, Gruppi (a partire da 10 persone): € 4.00.
Gruppi organizzati e scolaresche possono prenotare la loro visita al museo in qualsiasi giorno della settimana, scrivendo a villagrock@provincia.imperia.it – tel. 0183 704375 dalle ore 9.00 alle ore 13.00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare tag e attributi HTML come: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>