La Pista Ciclabile del Ponente Ligure

Sport, natura e relax nella Riviera dei Fiori

 GEN  2017

Volete vedere il mare da un’altra prospettiva? Qualcosa di ancora diverso rispetto a una passeggiata in montagna o in collina, che vi offre la classica, se pur mai scontata, visuale dall’alto? Bene, ecco un’idea per voi: la pista ciclabile del Ponente ligure. Ben ventiquattro chilometri di tratta, da San Lorenzo al Mare a Ospedaletti, da percorrere con il mare che “cammina” al vostro fianco.

Se siete amanti delle due ruote è davvero una soluzione alternativa per muoversi un po’ e allo stesso tempo godersi da un lato la natura e, dall’altro, la possibilità di visitare qualche borgo. È un utile diversivo per coinvolgere i vostri bambini: potete distrarli con la scusa della bicicletta e della gita in spiaggia, così riuscirete anche a vedere qualche luogo d’interesse.

La pista sorge sul vecchio tracciato ferroviario, per cui prosegue dritta e alterna tratti in galleria ad altri all’aperto. Il recupero delle aree ferroviarie ha fatto sì che molti paesi, compresa la città di Sanremo, non fossero più tagliati in due, rendendo così più semplice attraversarli. Potete partire da San Lorenzo oppure da Ospedaletti, a voi la scelta. L’aspetto importante di questa nuova pista ciclabile è l’essere ininterrotta oltre a quello, già detto, del meraviglioso spettacolo che offre.

Iniziamo la pedalata da San Lorenzo. La pista è molto semplice, l’unico neo è il chilometro e mezzo in galleria. Già qui potete fare una deviazione, per visitare i borghi di Costarainera e Cipressa. C’è da fare un po’ di fatica in salita, ma dall’alto della collina avrete una bella visuale sul mare e i due paesi sono davvero graziosi. Fate un passo alla fortificazione della Gallinara, i piccoli si divertiranno a esplorarla e, se siete fortunati, potrete vedere la città francese di Tolone all’orizzonte.

Proseguiamo con la seconda tappa e arriviamo a Santo Stefano al Mare. Anche qui non avrete difficoltà nel percorso. Il borgo si trova proprio sulla vostra strada, con i lidi e le case colorate dei pescatori. Vale la pena fare un giro all’interno del paese, per passeggiare fra i suoi tipici vicoli liguri.

Da Santo Stefano andiamo dritti sino a Riva Ligure. Anche questo lungomare è caratterizzato da diverse spiagge libere e stabilimenti balneari attrezzati, non guasta mai saperlo se ricapiterete da queste parti durante l’estate con i vostri pargoli. Tornando al centro storico di Riva invece, non perdete l’imponente torrione di avvisamento e il palazzo dei Marchesi Carrega.

Salite di nuovo tutti in sella alla bicicletta per raggiungere Arma di Taggia, la parte costiera dell’omonimo comune. La pista vi entra proprio dentro, facendo da spartiacque fra la parte a mare e il centro storico. Correndo lungo il percorso incontrerete la Grotta dell’Annunziata e passerete sul ponte. Fate un salto sulle colline di Taggia: hanno una vegetazione rigogliosa e, durante la bella stagione, sono ricche di fiori, i piccoli lo apprezzeranno.

Finalmente, dopo una bella pedalata, arriviamo a Sanremo. Non preoccupatevi: lungo il percorso troverete due punti ristoro, vista mare, dove ricaricare le pile e far fare uno spuntino ai piccoli ciclisti. Dopo esservi rimessi in marcia fermatevi al mercato dei fiori di Valle Armea, si trova prima del centro città. Dopodiché, passata la rinomata zona balneare dei Tre Ponti, entrerete a Sanremo e poi proseguirete lungo a passeggiata a mare di Corso Imperatrice. In città ci sono molti negozi in cui fermarsi per fare acquisti, ma anche l’imponente Forte di Santa Tecla va visto: i cannoni, invece di puntare verso il mare, puntano verso la città. Il forte era stato infatti costruito dalla Repubblica di Genova per tenere sotto controllo i moti rivoluzionari dei cittadini. Fate un passo anche in via Matteotti, chiamata “la Vasca”, cuore della città: il pavimento è composto da targhe in ottone che ricordano i nomi dei vincitori del Festival.

Ed eccoci al termine di questa corsa: Ospedaletti. Uno degli ultimi borghi italiani prima del confine con la Francia, un posto di mare ricco di vegetazione sub-tropicale: palme, eucaliptus, limoni e fiori di ogni tipo. Una particolarità di questo luogo? La galleria di Capo Nero, tempestata di frasi che ricordano i momenti più importanti della gara ciclistica Milano-Sanremo.

 

Questa è la mappa del percorso, tratta dal sito ufficiale della pista ciclabile. Clicca sull’immagine per la versione ingrandita.

Foto di copertina e mappa tratte dal sito www.pistaciclabile.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare tag e attributi HTML come: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>