La Festa della Madonna Bianca di Portovenere

Una tradizione antica, che si ripete magicamente ogni anno

 LUG  2017

Porto Venere è un borgo dal grande fascino, soprattutto grazie alla chiesa di San Pietro, la quale sorge su una roccia a picco sul mare e di fronte a sé ha la bellissima isola della Palmaria.

Immaginate questo promontorio roccioso e il paese la sera, illuminati solo dalla luce dorata delle lanterne, che si riflette sul mare, creando così uno scenario ancora più suggestivo. Avete l’occasione di vedere Porto Venere sotto questa veste il 17 agosto: ogni anno, in questa data, viene festeggiata la Madonna Bianca.

È una tradizione molto antica e molto sentita dagli abitanti del borgo e non solo, infatti sono diverse le cerimonie religiose che si svolgono nel corso della giornata e sono migliaia le persone, devote o meno, che affollano le vie del paese quella sera.

La festa della Madonna Bianca è il ricordo di un miracolo, avvenuto il 16 agosto del 1399. Quella sera un uomo di nome Luciardo stava pregando davanti a un’icona della Madonna. Nella stanza c’era anche un’immagine mariana un po’ più vecchia e scurita dal tempo. Era giunta in paese – così si narra – via mare, custodita in un tronco di cedro del Libano, come si usava fare all’epoca con le reliquie e alcuni oggetti preziosi. A un certo punto Luciardo si accorse che l’immagine sacra si stava schiarendo, stavano tornando i colori. Rimase sorpreso e continuò a fissare la vecchia icona per essere sicuro. Così vide che le mani della Vergine si giunsero in preghiera e piano piano, tra le piccole mani del figlio Gesù, comparve un cartiglio con un messaggio che invitava alla preghiera e alla conversione. A quel punto Luciardo fu certo di quello che aveva visto e iniziò a diffondere la notizia nel paese, così in poco tempo la sua casa si riempì di curiosi. Il miracolo durò qualche ora e questo permise di accertarlo e certificarlo legalmente, con un atto del notaio Giovanni di Michele da Vernazza. L’icona fu poi portata in processione per il paese sino alla chiesa di San Lorenzo, dov’è custodita ancora oggi, insieme al cedro che l’ha portata a Porto Venere.

Da quel giorno il paese commemora quel momento, con cerimonie religiose presso la chiesa di San Lorenzo e canti. Alla sera si svolge la tradizionale processione, che porta la Madonna Bianca per le vie del paese, con tappa alla chiesa di San Pietro; di solito a partire dalle ore 21. Questo è il momento più magico e più atteso della giornata, con Porto Venere che splende grazie alla luce dei caratteristici “padelloni”, sono davvero tantissimi – circa 1.600 – disseminati anche sulle rocce intorno alla chiesa. In molti, con la loro barca, si ancorano di fronte a San Pietro, per ammirare il paese illuminato a festa, creando così un insolito scenario nelle acque del canale di Porto Venere.

Madonna Bianca di PortoVenere

Come raggiungere Portovenere per la Festa della Madonna Bianca: autobus e traghetto

Visto che il paese viene letteralmente invaso da devoti, turisti e curiosi e i parcheggi per le auto sono limitati, vi consigliamo di raggiungerlo con l’autobus – linea P e 11, con aggiunta di alcune corse supplementari – oppure, meglio ancora, con il battello: sono infatti previsti traghetti speciali per l’evento. Le partenze previste sono dai moli della Spezia, di Lerici, di Levanto, di Cadimare, di Monterosso e delle Grazie, ma anche dalla Toscana.

2 comments on “La Festa della Madonna Bianca di Portovenere

  • Mi sono trovata per caso a Portovenere proprio quest’anno ed è stata una emozzione indescrivibile.Consiglio a tutti di andarci.

    Reply
    • ResidenceLiguria says:

      Ciao Fabiola. Ci fa davvero piacere che tu sia riuscita a vederlo, seppur per caso!
      Se volessi condividerci la tua esperienza, scrivici o mandaci anche qualche foto 🙂

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare tag e attributi HTML come: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>