I territori di Residence di Liguria: Deiva Marina

Scopriamo Deiva Marina e i suoi dintorni

 AGO  2018

Oggi, nel nostro giro fra i territori di Residence di Liguria, vi portiamo a Deiva Marina.

Si trova in provincia della Spezia, a metà strada fra le Cinque Terre e Sestri Levante. Prima di arrivare a Deiva Marina trovate i borghi di Levanto, Bonassola e Framura, mentre subito dopo c’è il paese di Moneglia. È l’ultimo comune della provincia spezzina, poi inizia quella di Genova.

Il modo più comodo per raggiungere questo grazioso paesino di mare è il treno. Se non volete rinunciare alla macchina c’è possibilità di parcheggio, ma conviene arrivare la mattina presto perché i posti non sono molti.

La parte a mare di Deiva Marina è quella più moderna, con una bella passeggiata che costeggia la spiaggia. Il litorale qui è molto grande, è lungo oltre seicento metri e poi il mare è bello, azzurro e cristallino, infatti il borgo ha ottenuto un’altra volta la Bandiera Blu. Come in tante altre spiagge liguri anche qui non c’è la sabbia, bensì sassolini e ghiaia. C’è sia la parte libera che quella attrezzata, gli stabilimenti sono ben organizzati con i vari servizi.

Spiaggia di Deiva Marina

La parte storica di Deiva Marina si trova più all’interno.

È un paese antico, risale al 774. Probabilmente è stato fondato da popolazioni di origine longobarda, le quali si stabilirono dove oggi ci sono le frazioni di Mezzema, Piazza, Passano; solo in seguito si avvicinarono alla costa. L’abitato si sviluppa lungo la vallata creata dall’omonimo fiume, il Deiva.

Nel borgo vecchio trovate naturalmente i tipici caruggi lungo i quali camminare. Ci sono anche ville del settecento, case torri color oro e ocra sulla facciata e tante piazze.

La chiesa settecentesca di Sant’Antonio Abate è il cuore del centro storico. All’interno potete ammirare decorazioni barocche e dipinti del diciottesimo e diciannovesimo secolo; ci sono anche un organo della metà del 1900 e un pulpito in marmi policromi.

L’altro monumento che caratterizza Deiva Marina è la torre Saracena. Fu costruita nel quattordicesimo secolo dalla Repubblica di Genova insieme a un’altra torre di avvistamento e insieme erano il sistema difensivo del territorio. La torre saracena ha forma quadrangolare.

Finita la visita al paese e alla spiaggia è il turno dell’entroterra. Ci sono molti centri da vedere.

Per esempio Passano, dove ci sono i resti di un castello che domina la Valdeiva.

Sulla collina c’è Mezzema, un borgo molto antico. La chiesa locale, dedicata a San Michele Arcangelo, conserva una statua in legno del santo.

A Piazza ci sono la chiesa di Sant’Anna, che risale al 1610 e il santuario di Nostra Signora Assunta.

Ma il posto dell’entroterra di Deiva Marina più famoso è senz’altro il passo del Bracco, molto conosciuto dai motociclisti. Potete anche fare escursioni nei boschi della zona, fatti da macchia mediterranea, castagni e pini. Da lassù potete anche vedere il mare.

Passo del Bracco

Sapevate che Deiva Marina non si è sempre chiamato così? Già, sino al 1949 il suo nome era solo Deiva, come il torrente. Il presidente della Repubblica, con un decreto, lo fece diventare Deiva Marina.

Link alle strutture di Deiva Marina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare tag e attributi HTML come: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>