Dove praticare la vela in Liguria

Trecentotrenta chilometri di coste dove il vento non manca mai

 AGO  2017

Circa trecentotrenta chilometri di coste dove il vento non manca mai. Con queste premesse è facile concludere che la Liguria sia la regione perfetta per praticare lo sport della vela. Senza contare che muoversi in barca permette una vista unica sul territorio: scogliere, spiagge, borghi e colline, che si alternano senza sosta da Ponente a Levante. Ogni località balneare è buona per cimentarsi in questa attività. Non è un caso che lo Yacht Club d’Italia sia nato a Genova e abbia tutt’ora qui la sua sede.

La vela è ottima per i bambini, perché insegna loro a essere più sicuri, una volta che hanno imparato a gestire l’imbarcazione e anche a fare gioco di squadra con i coetanei.

È possibile incontrare delfini o altri mammiferi durante un’escursione in mare aperto, d’altronde la Liguria fa parte del Santuario dei Cetacei, un altro ottimo motivo per spingere i più giovani, ma anche voi grandi, ad avvicinarsi a questo sport.

Non c’è che l’imbarazzo della scelta su dove metterlo in pratica, perché ci sono scuole di vela in tutto il territorio ligure.

Oltre a praticare la vela come attività sportiva quindi potreste prenderla in considerazione come mezzo per visitare la Liguria, da un punto di vista privilegiato. Skipper esperti organizzano escursioni di una giornata o anche di un fine settimana.

Ci sono sicuramente luoghi particolarmente affascinanti dove issare le vele e andare per mare.

Uno di questi sono le Cinque Terre, in provincia della Spezia. Osservarle dal mare, a bordo di una barca a vela, regala emozioni uniche: case colorate costruite sulla roccia, alle spalle la collina coltivata a vigneto e tante calette e spiagge nascoste, raggiungibili solo via mare.

 

Sempre nello Spezzino un’altra meta molto suggestiva è Porto venere, insieme all’isola Palmaria. Il borgo lo è grazie alla sua caratteristica Palazzata colorata e alla chiesa di San Pietro, costruita su un promontorio roccioso. Non solo: nella vicina zona di Tramonti ci sono Le Rosse, un tratto di scogliera così chiamato per il colore della roccia, dovuto alla presenza di fossili. Sono considerate dagli abitanti “i caraibi spezzini”, per le sfumature di colore del mare. La Palmaria è l’isola più grande della Liguria e presenta una natura quasi incontaminata; accanto ci sono gli isolotti del Tino e del Tinetto. Anche qui i colori dell’acqua sono spettacolari.

Altri luoghi bellissimi da raggiungere con la barca a vela sono Camogli, San Fruttuoso, Portofino e Santa Margherita Ligure. Sono quattro perle del Golfo Paradiso e del Tigullio, situate a poca distanza una dall’altra, molto amate anche da svariati personaggi famosi. Anche qui non mancano belle spiagge, mare cristallino e le tipiche case colorate liguri affacciate sui porticcioli.

Sono piuttosto vicine fra loro anche le località di Bergeggi, Noli e Varigotti, in provincia di Savona. A Ponente si trovano spiagge più ampie e sabbiose, tutte caratterizzate dai bei colori del mare. Bergeggi è molto conosciuta per la sua bella spiaggia, ma anche per l’omonima isola che ha di fronte. Qui ci si può tuffare per fare snorkeling fra le grotte e le insenature della sua costa. Da questa parti c’è anche la Baia dei Saraceni, una spiaggia molto suggestiva.

Se invece vi trovate nella zona di Imperia potreste andare in barca a vela nell’area del Golfo di Sanremo e Ospedaletti. Vale la pena arrivare sino ai Balzi Rossi, quasi al confine con la Francia. Si tratta di una spiaggia in località Grimaldi, a Ventimiglia. È composta da ciottoli e roccia e l’acqua è color smeraldo. Le falesie a picco sul mare e le tinte rossastre delle rocce sono le caratteristiche della spiaggia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare tag e attributi HTML come: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>